In questo momento ci sono 30mila tonnellate di sabbia del Sahara sulle nostre teste

Da un paio di settimane l’alternanza di aria calda e fredda che sta caratterizzando la nostra primavera hanno portato un grande quantitativo di sabbia sahariana in giro per il nostro emisfero. Di per sé il fenomeno non è affatto eccezionale: a marzo nell’Europa dell’est si registrò addirittura l’abbondante presenza di neve arancione, proprio a causa della presenza di sabbia sahariana in atmosfera. Quel che colpisce adesso è l’intensità del fenomeno.

“Solo venti giorni fa, quella definita da alcuni ricercatori “la più grande tempesta di sabbia del secolo nella nostra fascia di latitudini” ci ha sfiorati nel suo percorso dal Sahara …read more